Quattro possibili tracciati per la Tramvia per Bagno a Ripoli

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a navigare acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni o per modificare le impostazioni

Newsletter AMT Toscana

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register

 



Quattro possibili tracciati per la Tramvia per Bagno a Ripoli

16.10.18 - Più di trecento persone lunedì sera al Teatro Reims per la presentazione delle ipotesi progettuali per il tram fino a Bagno a Ripoli. Sette chilometri e mezzo, 16 fermate da piazza della Libertà a Bagno a Ripoli, dove i binari arriveranno all’altezza del Volta-Gobetti. Il progetto preliminare prevede un costo stimato di circa 180-200 milioni (80 milioni di fondi europei, una ventina da trovare, il resto messo dai privati del project financing). Per non perdere i soldi dell’Ue è necessario finire l’opera nel 2023 e per farlo bisogna iniziare i lavori non più tardi dell’inizio del 2020, hanno spiegato dal palco del teatro il sindaco Dario Nardella, il suo collega ripolese Francesco Casini, l’assessore Stefano Giorgetti e i tecnici e progettisti dell’opera.

Nardella ha esordito dicendo che il progetto alternativo al tram, il “jumbo bus”, non può essere finanziato con gli 80 milioni europei. Inoltre, ha aggiunto Giorgetti, il “jumbo” richiederebbe lavori analoghi per spostare i sottoservizi e una sede addirittura più larga rispetto al tram. Quanto al percorso della futura linea, da piazza della Libertà imboccherà viale Matteotti e viale Gramsci, attraverserà piazza Beccaria per puntare verso viale Giovine Italia e i lungarni del Tempio e Colombo. Al momento dell’attraversamento dell’Arno e del passaggio da Gavinana però ci sono 4 ipotesi diverse, tra cui il sindaco dovrà rapidamente decidere.

Si può aver visione delle quattro ipotesi di tracciato dal sito di Ladyradio da cui è stato tratto questo breve brano attraverso questo collegamento.