Con T2 e T3 20mila auto in meno e 70 nuovi stabili posti di lavoro

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a navigare acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni o per modificare le impostazioni

Newsletter AMT Toscana

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register

 



Con T2 e T3 20mila auto in meno e 70 nuovi stabili posti di lavoro

10.05.07 - Firenze. "Noi siamo pronti. Pronti a partire con le nuove due linee di tramvia, la 2 e la 3, appena l'ultimo binario sarà messo. E a quel punto cambierà l'intera città", ha assicurato rilasciando un'intervista Jean Luc Laugaa, ad di Gest, la società di gestione della tramvia, e uomo di Ratp Dev Italia che ha in concessione Gest per trent'anni. "Nell'attesa della conclusione dei lavori, prevista tra un anno, abbiamo lavorato. Abbiamo tutti i 46 tram per le tre linee: i 17 Sirio che viaggiano da sette anni sulla linea 1 Firenze- Scandicci e i nuovi 29. Abbiamo iniziato la selezione dei 70 nuovi autisti, oltre i 50 di adesso, che assumeremo. Abbiamo riorganizzato a misura della rete il Pcc (posto centralizzato di controllo), dove in tempo reale si controllano i tram per riallinearli regolarmente agli orari, e la sala officine, abbiamo ampliato il deposito dove già stanno tutti i tram. Eccoci pronti". Bene, ma da qui a cambiare tutta la città  ce ne corre.. "E invece no. Una sola linea è niente rispetto alla rete che è necessaria per una vera tramvia. Avremo 40 milioni di viaggiatori ( oltre i 13 milioni della 1, altri 17 sulla 2 e il resto sulla 3).

Le nuove linee toccheranno nodi vitali. La 2 passerà da aeroporto, Regione, tribunale, polo universitario, Esselunga di viale Redi, centro commerciale e cinema Space di Novoli, stazione Foster, Belfiore, Santa Maria Novella e la 3 da Careggi, Rifredi e stazione, Statuto e stazione, la Fortezza e la stazione".
Alla domanda se ciò basterà a cambiare la città Laugaa ha aggiunto: "Basta considerare che già la sola linea 1 (7,4 chilometri per 14 fermate e 23 minuti tra Scandicci e Firenze, 13 milioni di passeggeri nel 2016, quasi il raddoppio dei 7 previsti) ha tolto di strada 10 mila auto al giorno e, dall'aria, 6 milioni di tonnellate di co2. Moltiplicato per tre, significa 30 mila auto in meno al giorno.

I nostri lettori possono aver visione dell'intera intervista rilasciata a Repubblica da Laugaa attraverso questo collegamento