Ferrovie: con le 494 per accrescere il trasporto merci su rotaia

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a navigare acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni o per modificare le impostazioni

Newsletter AMT Toscana

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register

 



Ferrovie: con le 494 per accrescere il trasporto merci su rotaia

17.03.19 - Lo scorso 8 marzo è stata consegnata a Mercitalia la prima 494, la 003. La macchina ha iniziato quindi regolare servizio alla trazione di treni merci, mentre nel frattempo proseguono le corse propedeutiche al medesimo fine per le altre unità già uscite dallo stabilimento Bombardier di Vado. La consegna della prima delle 40 nuove TRAXX è la manifestazione tangibile dell’accelerazione del Gruppo Ferrovie dello Stato sul fronte del trasporto merci. «Le nuove locomotive — aveva detto durante la cerimonia l’AD di Mercitalia Logistics Marco Gosso — ci permetteranno di rinnovare, nel prossimo biennio, circa un terzo della flotta locomotive di proprietà». Che il settore merci sia cresciuto d'importanza per FS Italiane lo dimostra del resto il piano industriale che prevede una crescita dei ricavi che porterà il volume d’affari di Mercitalia dal miliardo del 2018 a oltre 1,5 miliardi di euro nel 2023.

È facile capire che si tratta di obiettivi ambiziosi per il raggiungimento dei quali si stanno mettendo in campo un miliardo di investimenti. Nel quinquennio in esame l'organico di Mercitalia che conta ad oggi oltre 5 mila addetti in Italia e all’estero aumenterà di oltre 2.100 persone al netto di 3.400 ingressi e 1.300 uscite. Un segno tangibile che, forse anche in reazione agli scoraggianti dati statistici pubblicati recentemente, il trasporto delle merci su treno sta cercando di svilupparsi sempre di più in Italia.  Un esempio su tutti viene dato oggi dal Corriere della Sera parlando di Conserve Italia che secondo quanto comunicato inizia a vedere effetti tangibili. Se si considera il solo trasporto effettuato in Italia con Mercitalia Logistics, viaggiano in treno 87.750 tonnellate di merci, pari all’85% dei volumi spediti al Sud, utilizzando mediamente un treno al giorno. A queste si devono sommare altre 46 mila tonnellate all’estero, per un totale di oltre 133 mila. Con queste movimentazioni, il trasporto su rotaia dei prodotti alimentari di Cirio, Valfrutta, Yoga, Derby Blue e Jolly Colombani, toglie dalla strada 3.375 camion all’anno, evitando il rilascio in atmosfera di 4 mila tonnellate di Co2. Speriamo solo che si capisca che la rotta per un futuro migliore e più pulito è questa, è ben visibile e bisogna solo seguirla.

[Fonte: Ferrovie.info]