Alstom e Trenitalia presentano a Expo il nuovo treno regionale Pop

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a navigare acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni o per modificare le impostazioni

Newsletter AMT Toscana

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register

 



Alstom e Trenitalia presentano a Expo il nuovo treno regionale Pop

03.10.17 - Presentato oggi a Expo Ferroviaria il nuovo treno regionale della famiglia Coradia Stream progettato e costruito da Alstom Ferroviaria per Trenitalia. Il treno è stato battezzato "POP" alla presenza del Ministro delle infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio. Le autorità e la stampa hanno potuto vedere il modello in scala reale di POP e sondare il comfort, la spaziosità, la luminosità e i servizi di questo treno, che entrerà in servizio commerciale nel 2019. "La nostra decennale esperienza al servizio di flotte regionali ci ha permesso di creare treni pensati per il mercato italiano. Progettato e costruito da Alstom Ferroviaria per Trenitalia, Pop è un treno di nuova generazione che si avvale delle ultime tecnologie dell'industria ferroviaria e dell'esperienza di Alstom, con oltre 100 treni della famiglia Coradia, già in servizio commerciale in 10 regioni italiane.

Pop è facilmente personalizzabile, grazie al configuratore 3D, che consentirà alle Regioni di variare il layout degli interni e modificarne la disposizione secondo la tipologia di servizio. Le zone interne possono essere adattate alle regioni e alle stagioni: per esempio, inserendo moduli porta biciclette o portasci. I viaggiatori apprezzeranno il design, il comfort e la tecnologia di questo bellissimo treno", ha dichiarato Michele Viale, Amministratore Delegato di Alstom Ferroviaria.

[Fonte: comunicato stampa Alstom]

Il treno è stato ordinato in 150 esemplari per una spesa di 900 mln di euro che si aggiungeranno a 300 treni bipiano Rock ordinati contestualmente a Hitachy Rail Italy.

Per qualche informazione più tecnica su Pop consigliamo un articolo di Ferrovie.info raggiungibile attraverso questo collegamento.