Da AMT un documento per far chiarezza sul "nodo" TAV di Firenze

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a navigare acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni o per modificare le impostazioni

Newsletter AMT Toscana



Ricevi HTML?

 



Da AMT un documento per far chiarezza sul "nodo" TAV di Firenze

02.12.16 - All'inizio dell'estate scorsa importanti figure istituzionali hanno stimolato un vivace dibattito sui media anticipando la notizia di un possibile ripensamento di Ferrovie dello Stato Italiane rispetto al progetto già in via di realizzazione di sotto attraversamento ferroviario della città di Firenze. La ristrutturazione del traffico ferroviario con la realizzazione del passante sotterraneo dei treni ad alta velocità e la stazione progettata da Foster & Arup aveva costituito la stella polare dell'idea di riorganizzazione della mobilità metropolitana per oltre un ventennio. La riunione del 21 luglio a cui hanno partecipato il Comune di Firenze, la Regione Toscana, Ferrovie dello Stato Italiane ed altri importanti enti ha avuto un esito interlocutorio, poi il 18 ottobre Ferrovie ha presentato a grandi linee quello che dovrebbe essere il nuovo assetto del nodo. Da parte nostra riteniamo utile ed opportuno riproporre l'approfondimento prodotto da AMT sul "nodo" TAV, un contributo tecnico nella forma dell'intervista virtuale che rendiamo pubblico attraverso questo collegamento.