Articoli AMT Toscana

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a navigare acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni o per modificare le impostazioni

Newsletter AMT Toscana

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register

 



Ferrovie: con le 494 per accrescere il trasporto merci su rotaia

17.03.19 - Lo scorso 8 marzo è stata consegnata a Mercitalia la prima 494, la 003. La macchina ha iniziato quindi regolare servizio alla trazione di treni merci, mentre nel frattempo proseguono le corse propedeutiche al medesimo fine per le altre unità già uscite dallo stabilimento Bombardier di Vado. La consegna della prima delle 40 nuove TRAXX è la manifestazione tangibile dell’accelerazione del Gruppo Ferrovie dello Stato sul fronte del trasporto merci. «Le nuove locomotive — aveva detto durante la cerimonia l’AD di Mercitalia Logistics Marco Gosso — ci permetteranno di rinnovare, nel prossimo biennio, circa un terzo della flotta locomotive di proprietà». Che il settore merci sia cresciuto d'importanza per FS Italiane lo dimostra del resto il piano industriale che prevede una crescita dei ricavi che porterà il volume d’affari di Mercitalia dal miliardo del 2018 a oltre 1,5 miliardi di euro nel 2023.

Leggi tutto...

Tramvia di Firenze sui viali: l'intervento di Legambiente

23.02.19 - Lorenzo Cecchi, Presidente Legambiente Firenze premette: "L’uso del termine “ambientalisti”, come se si trattasse di un’unica entità omogenea, è sbagliato e fuorviante, specie se usato in Italia. Il modo di concepire l’ambientalismo da parte di Legambiente è molto diverso da quello puramente conservazionista caratteristico di altre associazioni". 
Il rendering che riportiamo nell'immagine sopra ha fatto molto discutere. Italia Nostra e Coordinamento Cittadino Tutela Alberi sono intervenuti in merito al prolungamento della T1 dalla Fortezza verso piazza della Libertà e successivamente verso l'area a sud di Firenze: "Apprendiamo l’assurda proposta di taglio delle alberature e di scempio paesaggistico. Evidentemente non bastava il danno arrecato in Piazza Stazione, con quei pali di ferro al posto dei pini storici, abbattuti tra l’altro in pieno stato di salute.

Leggi tutto...

Nuovo bando per la valorizzazione delle ferrovie minori in Toscana

13.03.19 - Prosegue anche per il 2019 il progetto regionale per la valorizzazione delle linee ferroviarie minori, cioè le linee Siena-Grosseto, Siena-Chiusi, Cecina-Saline di Volterra, Porretta Terme-Pistoia, Lucca-Aulla, Arezzo-Pratovecchio-Stia, Arezzo-Sinalunga. "Ancora una volta - ha spiegato l'assessore Ceccarelli - ribadiamo che la volontà della Regione è quella di tenere aperte e valorizzare le ferrovie cosiddette minori, una scelta che può sembrare in controtendenza rispetto a molte altre realtà italiane, ma nella quale noi crediamo molto perchè la ferrovia non solo è ancora oggi uno dei mezzi di trasporto più sicuri e sostenibili, ma è un elemento caratterizzante del territorio, che se ben utilizzato può rappresentare anche un volano di sviluppo".

Leggi tutto...

Il problema della alberature per la tramvia per Bagno a Ripoli

20.02.19 - Firenze.  Il problema insorto sulla strada della realizzazione della linea della tramvia verso Bagno a Ripoli sollevato dal soprintendente Andrea Pessina consiste nei tre metri di spostamento degli alberi sul viale Matteotti. Nel progetto presentato in Conferenza dei servizi, da piazza Libertà, i binari scorrono nel centro del viale. Per mantenere due corsie per il traffico, in ogni senso di marcia, il progetto prevede di tagliare diverse decine di alberi «rubando» 3 dei circa 10 metri che ci sono dai palazzi alla sede stradale. Una scelta che Pessina ha bocciato, in una intervista a La Nazione. Anche in sede di Conferenza dei servizi, in precedenza, ha sollevato dubbi, chiedendo però una simulazione di quello che avrebbe dovuto essere il risultato finale, un rendering (di una carrellata dei rendering prodotti da Architecna si può aver visione dal sito di Firenze Today attraverso questo collegamento).

Leggi tutto...