Articoli AMT Toscana

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a navigare acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni o per modificare le impostazioni

Newsletter AMT Toscana

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register

 



Via i pali della tramvia da SMN? I tecnici stanno studiando come

05.05.19 - Durante un incontro per la presentazione del progetto del primo lotto della linea tramviaria Leopolda-Le Piagge il sindaco di Firenze ha annunciato che la “selva” dei pali elettrificati installati in piazza della Stazione per il passaggio della tramvia verrà presto ridotta. Un annuncio importante, perché proprio sulla presenza dei pali si erano sollevate aspre polemiche in città. Sotto accusa il  forte impatto estetico e architettonico sul contesto della piazza. Il progetto commissionato a Silfi e ai tecnici del Comune prevede due fasi. La prima fase consiste nell’eliminazione di molti dei pali di piazza della Stazione che sostegono l'illuminazione pubblica: si tratta di una riduzione di 25-28 pali della luce che si possono togliere in tempi molto ravvicinati; poi si sta studiando pure il modo di levare in una fase successiva quelli della catenaria della tramvia: ciò sarà possibile quando saranno disponibili i nuovi mezzi tranviari ibridi che possono circolare anche con le batterie. "L’elettrificazione resterà in alcuni tratti delle linee tramviarie cittadine per poter ricaricare le batterie dei tram. Ciò non si avrà sulla linea 4 ma sarà realizzato oltre che alla stazione sulle altre nuove linee, quelle che andranno fino a piazza San Marco e a Bagno a Ripoli” ha dichiarato Nardella.

Finanziata dal Cipe la linea tramviaria Leopolda - Le Piagge

07.04.19 - Via libera del Cipe al progetto della linea 4 della tramvia di Firenze, per collegare la stazione Leopolda con Le Piagge. Lo rende noto la Regione Toscana rilevando che "con questa decisione compie un ulteriore e decisivo passo in avanti il progetto di dotare l'area metropolitana fiorentina di una rete infrastrutturale di livello europeo, che punti sullo sviluppo della intermodalità e della mobilità 'dolce'". La linea 4, si ricorda, fa parte di un sistema intercomunale che collega il comune di Firenze con il comune di Campi Bisenzio interconnettendosi alla linea 1 in corrispondenza della stazione Leopolda-Porta al Prato. Il costo complessivo dell'opera è di circa 166 milioni, tutto coperto da fondi nazionali. Di "bellissima notizia" parla il sindaco Dario Nardella: "Ora abbiamo i soldi e le autorizzazioni per realizzare il primo dei due lotti della nuova linea, "i lavori dureranno circa due anni e mezzo e per la prima volta realizzeremo cantieri a impatto zero grazie al progetto e al tipo di linea".                             [Fonte: ANSA]

SFM di Firenze: finalmente insieme al lavoro Regione, Comune e RFI?

13.04.19 - Il sindaco di Firenze, Dario Nardella, accompagnato dal direttore generale di Palazzo Vecchio Giacomo Parenti, ha incontrato l’amministratore delegato di Rfi, Maurizio Gentile per affrontare una serie di questioni legate al sistema ferroviario. "Un incontro estremamente positivo e concreto che ci consente di procedere nella realizzazione del nodo fiorentino di alta velocità. Ora il governo smetta di litigare tenendo i cantieri fermi e la città in ostaggio". Così il sindaco di Firenze Dario Nardella dopo l’incontro con  l'ad di Rfi Maurizio Gentile.
Nardella e Gentile, spiega il sindaco in una nota, hanno condiviso l'idea di costituire un gruppo di lavoro tecnico congiunto tra Regione, Città metropolitana, Comune di Firenze e Rfi per avviare la progettazione di una metropolitana di superficie che consentirà ai pendolari dei Comuni della Toscana centrale di usufruire di treni veloci e frequenti.

Leggi tutto...

Ferrovie: con le 494 per accrescere il trasporto merci su rotaia

17.03.19 - Lo scorso 8 marzo è stata consegnata a Mercitalia la prima 494, la 003. La macchina ha iniziato quindi regolare servizio alla trazione di treni merci, mentre nel frattempo proseguono le corse propedeutiche al medesimo fine per le altre unità già uscite dallo stabilimento Bombardier di Vado. La consegna della prima delle 40 nuove TRAXX è la manifestazione tangibile dell’accelerazione del Gruppo Ferrovie dello Stato sul fronte del trasporto merci. «Le nuove locomotive — aveva detto durante la cerimonia l’AD di Mercitalia Logistics Marco Gosso — ci permetteranno di rinnovare, nel prossimo biennio, circa un terzo della flotta locomotive di proprietà». Che il settore merci sia cresciuto d'importanza per FS Italiane lo dimostra del resto il piano industriale che prevede una crescita dei ricavi che porterà il volume d’affari di Mercitalia dal miliardo del 2018 a oltre 1,5 miliardi di euro nel 2023.

Leggi tutto...