Notizie Toscana

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a navigare acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni o per modificare le impostazioni

Newsletter AMT Toscana

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register

 



Notizie locali - Toscana

La Regione Toscana estende il contratto con Trenitalia fino al 2030

20.12.16 - La Giunta regionale ha approvato ieri una proposta presentata dall’assessore ai trasporti Vincenzo Ceccarelli che prevede la firma di un’Intesa tra Regione Toscana e Trenitalia per modificare il contratto di servizio in essere e prolungarlo, portandolo dagli attuali 6 anni a 15 anni. In cambio della maggiore durata del contratto, Trenitalia si impegnerà a rinnovare per intero il materiale rotabile in servizio in Toscana. La prospettiva di una gara regionale per l’affidamento del servizio di trasporto pubblico su ferro non è cancellata, ma ‘ibernata’ in cambio di un investimento in nuovi treni da parte del gestore del servizio ferroviario fino ad oggi ritenuto impossibile. “Sono molto soddisfatto dell’accordo raggiunto con Trenitalia – spiega Ceccarelli – con l’attuale contratto di servizio avevamo già portato da 89 a 294 milioni gli investimenti previsti nel periodo 2015-2020, adesso avremo investimenti per oltre 700 milioni, tali da garantire il rinnovo totale del materiale rotabile: proprio il risultato che ci eravamo prefissati di ottenere con la gara.

L'intero articolo da cui è stato tratta questa notizia può essere raggiunto attraverso questo collegamento.

Gara TPL su gomma: i concorrenti ripresenteranno i piani finanziari

29.10.16 - La gara unica per l'assegnazione del servizio di TPL in Toscana non è annullata. La sentenza del Tar in merito al ricorso ed al controricorso presentati dalle due aziende in lizza - Autolinee Toscane e Mobit - non mette in dubbio il percorso di gara regionale. Ad essere contestata è, invece, la correttezza del piano finanziario presentato da entrambi i contendenti.  E' stato il presidente della Regione Enrico Rossi a fare chiarezza sulle conseguenze del pronunciamento del Tar sulla gara. Rossi e l'assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli hanno incontrato la stampa per spiegare i contenuti della sentenza e precisare che la Regione chiederà alle due aziende nuovi piani di sostenibilità finanziaria. "E questa volta - ha detto Rossi - vogliamo che siano fatti bene e che i due player smettano di darsi battaglia a suon di carte bollate. Sarebbe utile se agli avvocati subentrassero consulenti finanziari, in grado di produrre dei piani corretti".

L'intero articolo da cui è stata tratta questa notizia può essere raggiunto dai nostri lettori attraverso questo collegamento.

La città di Prato ha il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile

18.12.16 - Prato è risultata al 13° posto in Italia nel 10° rapporto di Euromobility sulla mobilità sostenibile trai 50 principali   capoluoghi di provincia ed è la città che conquista più posti in classifica scalando ben 13 posti rispetto all'indagine 2015. I risultati sono stati illustrati martedì 13 dall'assessore alla Mobilità Filippo Alessi e dal direttore scientifico di Euromobility.  Vari i fattori che hanno determinato il miglior piazzamento di Prato secondo l'assessore Alessi, a cominciare dall'incremento delle piste ciclabili, del trasporto pubblico e del car sharing per costruire un'alternativa davvero competitiva rispetto all'uso del mezzo privato: «Prato è una città "densa" e con una popolazione giovane, due caratteristiche che predispongono ad un buon margine di miglioramento sul modo di muoversi. Anche per questo è stata una delle prime in Italia a dotarsi di un Piano Urbano della Mobilità Sostenibile, che prevede interventi ed investimenti nell'arco dei prossimi 10 anni per un totale di 50 milioni di euro.

Consigliamo i nostri lettori di prendere visione del nuovo Piano Urbano della Mobilità Sostenibile di Prato recentemente presentato attraverso questo collegamento

Alessandro Fantechi (AMT) al TG3R sul nodo TAV di Firenze

26.07.16 - Domenica 24 luglio 2016 il Presidente di AMT Toscana Alessandro Fantechi è stato presente in studio al telegiornale regionale del terzo canale RAI delle 19:30 ed è intervenuto nel dibattito in corso sul tema del riassetto del nodo ferroviario fiorentino dopo l'incontro avvenuto a Roma tra AD di Ferrovie, RFI, FS sistemi urbani, rappresentanti di Comune di Firenze e Regione Toscana (sindaco e governatore e relativi assessori ai trasporti), e viceministro alle infrastrutture che ha visto mettere in discussione le scelte fino a ieri condivise per guardare ad un nuovo progetto che Ferrovie dovrebbe presentare entro settembre raccogliendo le indicazioni delle parti presenti all'incontro.  Al presidente di AMT Toscana è stato chiesto di far chiarezza rispetto agli scenari che sono stati ipotizzati. Una delle ragioni addotte alla revisione del vecchio progetto di sottoattraversamento TAV di Firenze con la stazione progettata da Foster è lo sviluppo di nuovi sistemi di segnalamento che permettono l'incremento della frequenza dei convogli, di cui il professor Alessandro Fantechi è uno dei massimi esperti. Il TG3R può essere rivisto attraverso questo collegamento.