Notizie Toscana

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a navigare acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni o per modificare le impostazioni

Newsletter AMT Toscana

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register

 



Notizie locali - Toscana

Alta velocità regionale: 200.000 viaggiatori in tre mesi. Ed il 26 aprile arriva a Grosseto

FIRENZE – Oltre 200.000 viaggiatori: è questo il bilancio dei primi tre mesi del servizio di treni ad Alta velocità regionale. Secondo i primi dati, dalla partenza del servizio (avvenuta il 12 dicembre con l’arrivo dell’orario invernale), a oggi, superano quota 165.000 le presenze sui “regiofast” che permettono di spostarsi in appena 49 minuti tra Pisa e Firenze (e in 60 con l’aeroporto), e oltre 38.000 quelle della tratta Firenze e Arezzo (48 minuti).

“I numeri evidenziano un lieve ma sempre crescente utilizzo del servizio e questo ci rende complessivamente soddisfatti dei risultati di questa prima fase” ha commentato l’assessore regionale ai trasporti Luca Ceccobao nel corso di una conferenza stampa a Firenze, in cui tra l’altro ha illustrato una campagna di comunicazione per promuovere il servizio. “Questi primi cento giorni – ha aggiunto – sono serviti a rodare il servizio, a verificare e tamponare alcune criticità. Ora si entra in una fase nuova: quella di incrementare l’utilizzo, invitando i cittadini a conoscere e utilizzare i nostri treni veloci. La campagna promozionale servirà a questo: a far sapere ai cittadini che da Pisa come da Arezzo e ora anche da Grosseto il treno da e per Firenze viaggia veloce ed è sempre più conveniente. Anche in questo modo si incoraggia l’uso del treno rispetto al mezzo privato”.

Leggi tutto...

Smog, sospese le ordinanze del Comune contro gli autobus più inquinanti

Il Tar della Toscana ha sospeso l’efficacia delle ordinanze emanate nel febbraio scorso che mettevano limiti all’ingresso in centro città degli autobus più inquinanti e che sarebbero dovute entrare in vigore oggi. La camera di consiglio per la discussione della domanda cautelare è fissata per il 9 marzo prossimo. Contro le ordinanze avevano fatto ricorso alcune società di trasporto pubblico. (Comune di Firenze)

Confservizi Cispel Toscana aderisce alle celebrazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia

De Girolamo: “i servizi pubblici un fattore concreto dell’unificazione degli italiani”

Confservizi Cispel Toscana ha aderito formalmente alle celebrazioni per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia. In una lettera inviata a Giuliano Amato, presidente del Comitato dei garanti delle celebrazioni, Alfredo De Girolamo, presidente dell’Associazione che rappresenta 240 aziende di servizio pubblico, ricorda che “le infrastrutture dei servizi pubblici sono state fattore concreto dell’unificazione degli italiani e il dibattito che ha preceduto l’approvazione della legge Giolitti, n.103 del 29 marzo 1903, che affidava ai Comuni la gestione diretta dei servizi pubblici, ha contribuito alla costruzione di quel welfare state che è alla base del patto sociale dello Stato unitario”.

“Per questo – afferma ancora De Girolamo – non solo è opportuno, ma anche doveroso, l’impegno diretto in celebrazioni che ci chiamano tutti a ricordare le radici della nostra convivenza civile nella prospettiva delle sfide che ci attendono per sviluppare e approfondire i nostri valori nazionali”. Il 17 marzo prossimo, festa dell’Unità d’Italia, sarà esposta la bandiera tricolore sulla facciata dell’edificio che ospita la sede di Confservizi Cispel Toscana.

Smog, da domani limiti alla circolazione degli autobus inquinanti

Transito vietato agli autobus urbani, extraurbani e turistici Euro 0 ed Euro 1 nel centro abitato. Stazione SMN e centro storico off limits per le linee nazionali e internazionali

Divieto di transito per gli autobus urbani ed extraurbani e per gli autobus turistici Euro 0 ed Euro 1 nel centro abitato di Firenze e del Galluzzo e divieto di accesso all’area della stazione di Santa Maria Novella e al centro storico per i servizi di trasporto a lunga percorrenza non locale (linee nazionali e internazionali, autorizzate dal Ministero). È quanto prevedono le due ordinanze firmate dal sindaco Matteo Renzi poco meno di un mese fa che entreranno in vigore domani. Le limitazioni alla circolazione previste dalle ordinanze hanno gli obiettivi di ridurre l’inquinamento e i rischi di superamento della concentrazione media giornaliera del pm10 e di ridurre il traffico nel centro della città e nello specifico nella zona della stazione.

Leggi tutto...