A Scandicci il primo parcheggio scambiatore Autostrada-Tramvia

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a navigare acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni o per modificare le impostazioni

Newsletter AMT Toscana

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register

 



A Scandicci il primo parcheggio scambiatore Autostrada-Tramvia

22.06.17 - Il parcheggio multimodale di Villa Costanza a Scandicci è la prima struttura in Italia che permette la sosta direttamente dall'autostrada per utilizzare la tramvia e raggiungere i centri di Scandicci e Firenze. Rappresenta un’opera strategica per la viabilità fiorentina e rientra nei lavori di potenziamento a tre corsie del tratto dell’A1 tra Firenze Nord e Firenze Sud. L’opera è stata realizzata da Autostrade per l’Italia in 12 mesi dalla disponibilità delle aree e con un investimento di oltre 16 milioni di euro.  Il parcheggio è suddiviso in due aree: una riservata agli automobilisti che arrivano direttamente dall’autostrada e l'altra destinata alla viabilità comunale di Scandicci. Entrambe consentono l’accesso pedonale alla tramvia. La zona parcheggio autostradale conta 25 posti per i pullman e 495 per le auto, di cui 10 riservati ai disabili. Nel parcheggio comunale possono sostare 160 automobili, con 7 posti riservati ai disabili. L'intera area è stata progettata con soluzioni mirate al migliore inserimento nel contesto urbano e con l'installazione di pannelli acustici per limitare il disturbo alle abitazioni limitrofe. 

La disponibilità dei posti viene segnalata attraverso pannelli luminosi installati sulla carreggiata autostradale. E’ previsto un tempo di sosta gratuita di 15 minuti per consentire la ricerca di parcheggio e le tariffe prevedono una modulazione oraria, da un minimo di 30 minuti fino ad un massimo di 24 ore. Per le auto 1 euro l'ora, 50 centesimi l'ora per un periodo pari o superiore alle 4 ore e 7 euro per l'intera giornata. Sono anche possibili abbonamenti settimanali, mensili e annuali, sia per le auto che per i bus.  “Il parcheggio scambiatore è una porta della nostra città verso l’Europa”, ha detto il Sindaco Sandro Fallani, “attorno alla quale troverà sede un’area commerciale di livello nazionale inserita in un’offerta cittadina già importante, attorno alla quale completeremo il centro della nostra città con opportunità di formazione, campus per studenti di tutto il mondo, commercio, residenza, ricettività e un grande parco urbano di 14 ettari. Una nuova porta sia verso la città moderna, coraggiosa, innovativa che verso le splendide colline, con strutture agrituristiche sempre più consolidate, percorsi ambientali e culturali, un futuro campeggio nelle immediate vicinanze.”  Il Sindaco di Scandicci ha anche rivolto un ringraziamento particolare ad Autostrade per l’Italia “per non aver fatto sconti sulla qualità nella procedura per individuare il gestore del parcheggio: abbiamo adesso un insieme di servizi, dal ristoro alla logistica per gli spostamenti, rivolti con lo stesso impegno sia ai visitatori che alla città, alle tante persone che lavorano e vivono nel raggio di pochi chilometri”. La gestione del parcheggio a pagamento e dell'edificio bar è stata affidata, tramite gara, a Unipark srl/Essere srl. Nell’area, sono disponibili servizi di informazione turistica, servizi igienici e di ristorazione.  La realizzazione di questo parcheggio rientra nel più ampio piano di Autostrade per l’Italia che prevede, in Toscana, il potenziamento di 120 Km di rete per un investimento complessivo di 5,3 miliardi di euro. Fino ad ora, sono stati eseguiti lavori per 3 miliardi di euro, pari al 57% degli investimenti previsti, e restano da autorizzare interventi per circa 1 miliardo di euro.  “Quando il Comune di Scandicci strinse l’accordo con Autostrade per il progetto di terza corsia fece una rivoluzione culturale”, ha detto il Sindaco Fallani, “non si limitò a chiedere opere che mitigassero i disagi dell’attraversamento della principale arteria viaria nazionale, ma chiese che questo territorio, con il suo valore aggiunto, fosse protagonista all’interno del progetto, chiese che la città potesse avere una relazione positiva con l’opera, che l’A1 fosse un’opportunità e non un peso per Scandicci e l’area fiorentina. Il parcheggio di Villa Costanza è adesso perfettamente inserito in una delle migliori aree produttive ed economiche d’Italia, che conta oltre 4200 imprese soprattutto nei settori dell’alta gamma del Made in Italy, circa 20 mila addetti, che pesa per il 10% nel saldo nazionale tra esportazioni e importazioni".

[Fonte: Comune di Scandicci]