Pubblichiamo un approfondimento tecnico sul People Mover di Pisa

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a navigare acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni o per modificare le impostazioni

Newsletter AMT Toscana



Ricevi HTML?

 



Pubblichiamo un approfondimento tecnico sul People Mover di Pisa

Pisa Mover: dati tecnici e tariffe

 27.03.17 - Il sistema di trasporto ettometrico recentemente inaugurato a Pisa per collegare la stazione ferroviaria con l'aeroporto fa parte di un modello di mobilità urbana completamente automatizzato (senza conducente a bordo) ed è alimentato elettricamente da una stazione fissa come avviene per le funicolari. Il people mover pisano è composto da due convogli in grado di trasportare da 100 a 190 passeggeri dalle ore 6 alle 24 per 365 giorni l’anno. Le aziende Condotte, la sua controllata Inso, e Leitner hanno realizzato l’infrastruttura a seguito dell’aggiudicazione del contratto di concessione con gara pubblica su mandato del Comune di Pisa. Volendo approfondire gli aspetti tecnici di questa tecnologia rendiamo fruibile  la documentazione di Leitner, pubblicata dal CIFI in occasione di una recente visita organizzata all'infrastruttura, attraverso questo collegamento.  Il costo per la realizzazione dell’opera è stato di circa 71 milioni di Euro, di cui 21 milioni finanziati dall’Unione Europea e il resto a carico dei partner privati che la gestiranno per i prossimi 36 anni.

Durante la realizzazione dell'opera c'è stato un incremento dei costi, rispetto a quelli inizalmente previsti, di 3.593.000 euro. Per quanto riguarda l’opera, Condotte e Inso si sono occupate della progettazione definitiva ed esecutiva, della costruzione delle opere civili e della nuova infrastruttura. Leitner ha invece realizzato il sistema di trasporto basato sulla tecnologia a fune della quale è leader del settore.

Il resoconto economico della pianificazione del people mover di Pisa ha suscitato grandi critiche: consigliamo la lettura dell'articolo dell'Ingegner Andrea Spinosa pubblicato su CityRailways in occasione dell'inaugurazione del people mover attraverso questo collegamento.