Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a navigare acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni o per modificare le impostazioni



BusItalia-Sita Nord e Cap del gruppo FS hanno vinto la gara per Ataf Gestioni

  • Stampa

Va al gruppo Fs la societa' di trasporto pubblico fiorentino Ataf. L'Ati composta da BusItalia-Sita Nord (capofila), Cooperativa autotrasporti pratese Soc. Coop (Cap Prato) e Autoguidovie Spa (Milano) ha vinto la gara per la cessione di Ataf Gestioni, ramo Tpl di Ataf Spa. L'Ati ha presentato un'offerta economica di 18 milioni e 900 mila euro -rispetto a una base d'asta di 12,4 milioni di euro - per l'acquisto del ramo Tpl di Ataf Spa (Ataf Gestioni srl) e di tutte le partecipazioni detenute da Ataf Spa, eccetto quelle in Tram di Firenze e Firenze Parcheggi. L'Ati ha garantito un sovrapprezzo di 6,5 milioni per il ramo Tpl di Ataf Spa e la partecipazione in Li-nea, mentre l'offerta per le altre partecipazioni societarie e' stata in linea con le basi d'asta.

All'Ati passano quindi Ataf Gestioni e le partecipazioni detenute da Ataf Spa, ovvero Ataf&Li-nea scarl (77,88%), Opitec (15,91%), Firenze Cityseightseeing (60%), la Ferroviaria italiana (4,16%), Siger (100%), Ti-forma (2,98%) I-MAGO (58%) e usufrutto del 49% delle azioni di Gest. Oltre al rialzo economico sulla base d'asta, si legge in una nota di Ataf, altro punto qualificante dell'offerta presentata dall'Ati e' l'investimento garantito per l'acquisto di 135 mezzi nuovi nei prossimi tre anni.

 Prima dell'apertura delle buste con le offerte tecnica ed economica, la commissione di gara ha verificato il reale possesso dei requisiti minimi richiesti dal bando, tra i quali 270 milioni di euro di fatturato globale e 240 di fatturato specifico nell'ultimo triennio, una flotta almeno 400 bus, almeno 40 milioni di chilometri fatti nell'ultimo triennio, 20 milioni di capitale sociale interamente versato. Erano sei le aziende che avevano presentato offerte in fase di prequalifica: Gruppo Torinese Trasporti (GTT Torino); Umbria Tpl e Mobilita' Spa (Perugia); Ati fra Busitalia-Sita Nord srl (Firenze, in qualita' di capogruppo) Cooperativa autotrasporti pratese Soc. Coop (Cap Prato) e Autoguidovie Spa (Milano); Tper Spa (Bologna); Sia Spa (Brescia, Gruppo Sab (Londra: SAB.L - notizie) controllato dagli inglesi di Deutsche Bahn); Autolinee Toscane Spa (Borgo San Lorenzo, controllata dalla francese Ratp Dev). Le offerte vincolanti erano invece pervenute entro il termine dello scorso 8 giugno da parte di Autolinee Toscane (del gruppo francese Ratp) e dell'Ati che oggi e' risultata vincitrice.

[Fonte: ASCA]