Rara: il 12 dicembre all'asta le opere d'arte realizzate dai dipendenti Ataf

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a navigare acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni o per modificare le impostazioni

Newsletter AMT Toscana

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register

 



Rara: il 12 dicembre all'asta le opere d'arte realizzate dai dipendenti Ataf

Florence Noel ospita 13 opere d’arte di ATAF per un’asta benefica il 12 dicembre a favore della Fondazione dell'Ospedale Pediatrico Meyer

Appuntamento da non perdere quello ospitato dalla nota esposizione natalizia Florence Noel domenica 12 dicembre alle ore 16.30 alla stazione Leopolda: 13 opere d’arte realizzate da alcuni dipendenti Ataf saranno battute all’asta per donare il ricavato alla Fondazione dell’Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze. Tavoli, sedie, espositori e

complementi d’arredo: tutto realizzato con pezzi di recupero degli autobus di linea Ataf e tanta fantasia. Tutte le opere della mostra "RARA” (Riciclaggio Artistico Ricambi Autobus) nascono dall'arte di alcuni Dipendenti ATAF che hanno riutilizzato in modo creativo le rimanenze del magazzino e i pezzi di scarto di autobus fuori servizio. L’obiettivo è portarsi a casa un pezzo unico facendo del bene. Per questo domenica 12, all’asta organizzata presso Florence Noel ci sarà un ospite d’eccezione: Gaetano Gennai, con la sua simpatia ed affabilità, per coinvolgere il pubblico e scaldare l’atmosfera. La professionalità sarà garantita invece dall'amichevole partecipazione della casa d’aste Maison Bibelot.

icon Opere RARA

icon Scheda impegnativa Offerta

 

Per di più, fare la propria offerta è molto comodo: è sufficiente recarsi a Florence Noel dal 4 al 12 dicembre, modulo nello spazio allestito da Ataf e dalla Fondazione Meyer con l’indicazione dell’offerta che si vuole donare a partire da una base indicata (le opere partono da 50 e 100 euro). Poi, il 12 dicembre, ci sarà l’apertura delle buste con tutti i moduli di offerta compilati e l’asta sarà aperta ad eventuali nuovi rilanci. Se non ci sarannoofferte maggiori, chi ha compilato il modulo si aggiudicherà l’opera, altrimenti si svolgerà una comune asta fra i partecipanti.

Quindi non solo pura emozione dell’asta, ma anche concreta possibilità di prenotare la propria opera con un’impegnativa nei giorni immediatamente precedenti. In più, trattandosi di una donazione ad una ONLUS quale la Fondazione Meyer, gli aggiudicatari avranno la possibilità di dedurre o detrarre dalle imposte la loro offerta, così come previsto dalle leggi vigenti. La Fondazione Meyer sarà infatti presente domenica 12 dicembre, per raccogliere le offerte dei partecipanti che saranno a tutti gli effetti delle donazioni.

La collaborazione fra Ataf ed il Meyer è frutto di un accordo chiamato "RespiriAmo Meyer" che prevede fra l’altro la devoluzione al Meyer di una parte del ricavato dalla vendita di speciali biglietti due corse per bus e tram, per incentivare l’utilizzo del mezzo pubblico: due realtà quindi che promuovono la salute dei più piccoli e stili di vita che rispettino l’ambiente e la persona.