Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a navigare acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni o per modificare le impostazioni



Rilancio ferroviario in Val di Sieve: un convegno il 14 novembre

  • Stampa

05.11.15 - Il prossimo sabato 14 novembre 2015 si terrà a Pontassieve nella sala convegni BCC "Don Maestrini" in Piazza Cairoli 5, dalle 9:30 fin verso le 13:30, un convegno dal titolo "Con il treno si può.. Per una risposta definitiva e sostenibile alla domanda di mobilità della Val di Sieve e del Mugello". L'iniziativa, volta a rilanciare il servizio ferroviario, è patrocinata dal Dipartimento di Architettura dell'Università degli Studi di Firenze, da Legambiente e da AMT toscana ed è promossa dall'Associazione Vivere in Valdisieve e dalla Rete Valdisieve Verso Rifiuti Zero. Introdurranno l'evento gli interventi di Francesco Alberti, ricercatore di urbanistica all'Università di Firenze e membro del comitato scientifico di AMT, di Fausto Ferruzza, presidente di Legambiente Toscana, e di Roberto Livi dell'Associazione promotrice Vivere in Valdisieve.

A seguire offriranno un contributo che permetterà di focalizzare gli aspetti delle realtà locali gli interventi di Maria Rita Gisotti dell'Università di Firenze e del sindaco di Marradi Tommaso Triberti. Quindi si passerà agli interventi di natura trasportistica degli ingegneri Giovanni Mantovani, già responsabile unico della realizzazione della prima linea tramviaria fiorentina e direttore del comitato scientifico di AMT e Alessandro Fantechi, professore ordinario del Dipartimento Sistemi e Informatica dell'Università di Firenze e attuale presidente di AMT Toscana. Infine Francesco Alberti modererà una tavola rotonda sulle prospettive di rilancio dei servizi ferroviari alla quale parteciperanno alcuni sindaci e amministratori della Valdisieve e del Mugello che si chiuderà con l'intervento del delegato alla mobilità della Città Metropolitana  Massimiliano Pescini. I nostri lettori possono aver visione della locandina con i titoli degli interventi attraverso questo collegamento.